Nasce la Slow Tv: spettacoli di dieci ore non stop

Una famiglia davanti al televisore (Foto via @Time)
 
       Cinque giorni ininterrotti di riprese, una nave da crociera e 1.3 milioni di spettatori seduti a casa a guardala. Pare l’incubo di David Foster Wallace, sono invece i numeri del più riuscito esperimento di un nuovo genere televisivo norvegese noto come Slow Tv. L’ethos dello show, come suggerisce il nome, e’ simile a quello dell’omonimo movimento di Carlo Petrini: riprese lente, scene prive di grandi sorprese, momenti sensazionali, esplosioni o colonne sonore arrangiate per alimentare l’attenzione dello spettatore. 

L’idea originaria e’ del 2009 ed e’ dell’emittente televisiva NRK2. In cerca di un progetto per celebrare il centenario della linea ferroviaria da Oslo, la capitale, a Bergen, città sulla costa est del paese, i produttori hanno deciso di montare alcune telecamera sul treno e di riprendere per ben 7 ore e 16 minuti i paesaggi intorno a una tratta considerata tra le più belle del mondo. Unici momenti di interruzione tra una valle innevata e una montagna imbiancata le foto di archivio dei vecchi treni Oslo-Bergen accompagnate da qualche intervista ai passeggeri. 

Noia e insuccesso commerciale sembravano assicurati. Invece i norvegesi hanno apprezzato: Bergensbanen: Minutt for minutt, questo il nome del programma, ha attratto 1.2 milioni di spettatori in un paese di appena 5 milioni di abitanti. E di questi ben 172mila hanno guardato il viaggio del treno Oslo-Berger per intero, senza mai staccare gli occhi da quei paesaggi che uno straniero immaginerebbe i norvegesi conoscono fin troppo bene. Dopo il successo i produttori si sono sbizzarriti. Prima hanno ripreso la migrazione dei salmoni norvegesi per 18 ore consecutive, poi, lo scorso febbraio, durante il Nasjonal Vedkveld ( “La Giornata Nazionale del Legno”), 4 ore di discussione tra esperti di legname seguite da 8 ore di riprese di un focolare.

E se il primo tentativo e’ stato un trionfo tanto che, scrive la rivista americana Time, molti spettatori hanno pubblicamente dichiarato che avrebbero voluto che il programma “durasse di piu’”, il secondo, riporta ironica la rivista americana Mental Floss, qualche lamentela da parte del pubblico l’ha innescata. Perché se i viaggi in treno o la migrazione dei salmoni muovono da A a B dando almeno il senso del viaggio, del procedere e di un fine ultimo da raggiungere, le riprese di un focolare no. E sara’ forse per questo che l’ultimo tentativo di Slow Tv ha cambiato completamente registro.

Lo scorso maggio il canale VGTV ha trasmesso una delle più lunghe interviste della storia della televisione: trenta ore ininterrotte con Hans Olav Lahlum, scrittore, scacchista, politico e storico norvegese noto nel paese per la sua ineguagliata capacita’ di parlare con disinvoltura dei più disparati argomenti: dai presidenti americani alle allergie. Un successo che come scrive Time ha bloccato per un giorno intero meta’ del paese. I norvegesi guardavano lo showdurante l’orario di lavoro, gli insegnanti lo trasmettevano agli studenti a scuola, sulla metro di Oslo i passeggeri rimanevano incollati ai propri iPad. Al momento le produzione di Slow Tv sono ferme, ma NRK2 ha gia’ annunciato che il prossimo autunno trasmetterà minuto per minuto una maratona di cucito che potrebbe durare diversi giorni. Intanto le televisioni degli altri paesi scandinavi si sono accorte del successo della Slow Tve stanno lavorando a produzioni proprie. Forse, e l’esperimento norvegese sembra dimostrarlo, una parte degli spettatori cerca qualcosa di diverso dalla televisione.

 

Qui un link per vedere parte dello show: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Ql2qXpNVTjw

 

Questo articolo e’ uscito su: Il Foglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...